La vitamina A è benefica per gli occhi, ma potrebbe prevenire anche la miopia?

Un recente studio australiano, pubblicato su Translational Vision Science & Technology, ha deciso di indagare più a fondo sugli effetti della vitamina A sulla vista, in particolare su una possibile azione nella prevenzione dello sviluppo della miopia. E’ noto come la vitamina A sia alla base dello sviluppo di rodopsina, una proteina fondamentale per le funzionalità retiniche, e non solo. Tra i suoi benefici troviamo la prevenzione di molte patologie e condizioni oculari. La ricerca però non sembra avere mai esaminato la possibilità che una ridotta assunzione di vitamina A possa avere un impatto sullo sviluppo della miopia, ed è per questo che Fletcher et al, nel loro studio pubblicato proprio nel 2020, hanno deciso di considerare questa possibilità.

Lo studio ha utilizzato dati prospettici provenienti da oltre 600 soggetti, includendo questionari per determinare l’apporto di vitamina A ottenuto dal cibo in soggetti di età dai 14 ai 20 anni. I dati sono stati poi comparati a misure oftalmiche, e per quanto i risultati non siano in grado di dimostrare una vera e propria correlazione tra la carenza di vitamina A e lo sviluppo di miopia, l’opinione dei ricercatori è che ulteriori ricerche potrebbero riuscire a provarla.

A seguito dei loro risultati, infatti, i ricercatori adducono varie ragioni per cui ritengono probabile una correlazione tra vitamina A e miopia: studi genetici ed altri secondo i quali l’allungamento assiale del bulbo oculare, tra le diverse cause, sia associato alla dopamina, una sostanza la cui produzione è fortemente influenzata dall’apporto di vitamina A. Per questo gli autori, nonostante non abbiano dimostrato definitivamente in che modo l’apporto ridotto di vitamina A influenzi l’allungamento assiale del bulbo oculare, suggeriscono che ulteriori studi che possano prendere in esame un maggiore spettro di partecipanti, eventualmente di varie nazionalità e non solo australiani, oppure una più precisa quantificazione della vitamina A da loro assunta, possano dare maggiori sicurezze sull’argomento.

In conclusione i ricercatori sostengono che seppure non vi sia per il momento modo di provare un collegamento tra la miopia e la carenza di vitamina A, non si può trascurare l’importanza di una dieta che permetta, soprattutto ai più piccoli, di assumerla: basti pensare che la carenza di vitamina A è la principale causa di cecità prevenibile nei bambini di tutto il mondo. Probabilmente i carotenoidi non sono la scelta giusta per prevenire la miopia: nonostante questo hanno moltissimi altri benefici per la salute.

Fonti:

Fletcher J. Ng, David A. Mackey, Therese A. O’Sullivan, Wendy H. Oddy, Seyhan Yazar; Is Dietary Vitamin A Associated with Myopia from Adolescence to Young Adulthood?. Trans. Vis. Sci. Tech. 2020;9(6):29. doi: https://doi.org/10.1167/tvst.9.6.29.

Oliveira, Marcos Roberto De. (2015). The neurotoxic effects of vitamin A and retinoids. Anais da Academia Brasileira de Ciências87(2, Suppl. ), 1361-1373. Epub August 04, 2015.https://doi.org/10.1590/0001-3765201520140677