Numero Quindici del 31/05/2021

In questo numero

Il primo dei lavori scientifici presentati in questo numero ci porta ancora una volta al tema della miopia. E’ opinione comune che l’attività visiva da vicino può essere un fattore importante di rischio per l’allungamento dell’occhio che causa la miopia; lo studio presentato da Laura Boccardo mostra come interrompere l’attività visiva da vicino con delle pause possa ridurre tale rischio.

Si passa poi al trattamento del cheratocono mediante la tecnica del cross linking. Uno studio in pubblicazione su Ophthalmology mostra in un campione di ragazzi di età compresa tra 10 e 16 anni, con almeno un occhio affetto da cheratocono progressivo, come la progressione possa essere rallentata e in molti casi arrestata mediante il cross linking. Una informazione importante da tenere presente nei nostri colloqui con questa tipologia di pazienti.

Segue un pezzo che continua la serie degli interventi su disabilità visiva, depressione, e disagio di coloro che ormai conosciamo come “caregivers”. Quelli che assistono gli ipovedenti sembra abbiano un maggiore impatto sulla qualità della vita.

In questo numero della nostra newsletter non poteva mancare un ricordo dell’uomo che più di tutti ha lasciato la sua impronta sull’optometria italiana, almeno come la conosciamo fino ad oggi. Quest’uomo, il professor Sergio Villani, ci ha lasciati la mattina del 14 Maggio del 2021, all’età di 87 anni. Gli abbiamo dedicato due memorie.

Nella prima Rolando De Pascale, che l’ha conosciuto e frequentato nei primi anni della formazione e crescita dell’Istituto Superiore di Optometria Vasco Ronchi, poi diventato IRSOO, ci ricorda la sua carriera accademica e professionale e il grande impegno didattico, le competenze, l’entusiasmo e l’amore per l’optometria che hanno caratterizzato la sua continua azione per la “costruzione dell’Optometria”.

Nella seconda si ricordano tra l’altro i molteplici tentativi che il professor Sergio Villani ha fatto per arrivare ad un corso universitario riconosciuto di optometria e di come alla fine del secolo sorso ci sia finalmente riuscito. Purtroppo per noi in un altro Paese europeo.

Credo che occorra ancora approfondire i meriti di questo studioso, insegnante e cultore delle scienze della visione.

Buona optometria a tutti.

Articoli

Miopia: brevi pause durante l’attività visiva da vicino riducono la crescita della lunghezza assiale

Numerose ricerche hanno rilevato una scarsa correlazione fra l’impegno nell’attività da vicino e lo sviluppo della miopia. Ma quanto può incidere la distribuzione temporale di questo impegno visivo sull’allungamento assiale? Ce lo racconta un elaborato studio sperimentale pubblicato su una prestigiosa rivista inglese.

Leggi di più

Cheratocono: confermata l’efficacia del Cross Linking (CXL) per rallentarne o bloccarne la progressione

In pubblicazione su Ophthalmology, lo studio ha coinvolto 60 soggetti di età compresa tra 10 e 16 anni. Il cross linking corneale ha arrestato la progressione del cheratocono nella maggioranza dei soggetti trattati e si impone quindi come metodo primario di trattamento del cheratocono negli adolescenti. 

Leggi di più

Non è facile prendersi cura di chi soffre di disabilità visive

In un articolo apparso nel dodicesimo numero di Optometria Oggi abbiamo parlato della correlazione, apparentemente bidirezionale, tra disabilità visive e depressione nelle persone affette da ipovisione. Ma quanto il tipo di disabilità di una persona influisce su impegno ed umore di chi se ne prende cura?

Leggi di più

In ricordo del prof. Sergio Villani

“I primi anni dell’Istituto Superiore di Optometria Vasco Ronchi (attualmente IRSOO), sotto la guida di Sergio Villani sono stati anni di entusiasmo, di impegno didattico che ci hanno occupato anche per 12 ore al giorno e il professore è stato sempre al nostro fianco guidandoci, incoraggiandoci e correggendo le nostre piccole manchevolezze” Così Rolando de Pascale sul professor Sergio Villani.

Leggi di più

Sergio Villani, una vita per l’Optometria

L’optometria italiana, come la conosciamo oggi, ha gran parte delle sue radici tra Arcetri e Vinci, e in particolare nell’attività del professor Sergio Villani recentemente scomparso. La ricerca di una soluzione per portare lo studio dell’optometria nell’ambito universitario è stata una costante della sua vita professionale. Con quali attività, mezzi, e con quali risultati?

Leggi di più